giovedì 30 agosto 2018

Opatija - Cres - Krk (Istria e isole)

17/18/19-08-2018
230km - Asfalto 80% - Sterrato 20%, medio impegnativo. Dislivello 3500m
Percorso cicloturistico mediamente impegnativo in 3giorni tra l'Istria e le isole di Cres e Krk. Le strade sono per la maggior parte poco frequentate, per la maggior parte asfaltate e in saliscendi. Mare quasi sempre a vista e territori selvaggi nelle isole, con vegetazione selvatica e spesso generosa (fichi in agosto). Solo la prima e l'ultima parte sono immerse nella civiltà.

GIORNO1   Opatija - Cres - Valun - 96km - Dislivello 1500m
Si parte dal park più vicino all'uscita dell'autostrada di Opatija e si percorre la strada principale oltre la cittadina su asfalto a poca distanza dal mare su saliscendi per 33km fino a Brestova, in cui si scende fino all'imbarco del traghetto per l'isola di Cres. Tempo per la prima birra. Sbarco a Porozina dopo circa mezz'ora e, dopo aver fatto defluire il traffico di auto e moto, risalita su asfalto sull'unica strada disponibile che attraversa un territorio selvaggio con cespugli ed alcuni alberi che spuntano tra le rocce. Salita con pendenze medie per circa 13km fino al bivio con panorama a 360° sul mare interno e esterno, con l'isola di Krk a due passi. Si scende a dx sempre su asfalto verso la città di Cres. Sosta e si riparte su asfalto verso sud, prima su saliscendi e poi in salita con pendenze medie, fino ad un bivio verso Losinj, che si evita per la strada a dx che dopo poco scende e, procedendo a dx, si raggiunge Valun, piccolo paese di mare con spiaggetta e chioschetto. Dopo la sosta si risale su asfalto ripido per poi imboccare a sx la sterrata che in saliscendi su fondo irregolare con panorama sulla baia riporta a Cres sulla spiaggia.

GIORNO2   Cres - Krk - Vrbnik - 57km - Dislivello 1000m
Si parte dal centro di Cres e si risale la principale asfaltata verso nord, al primo bivio a dx e alla prima sterrata battuta a sx, segnalata come percorso naturalistico. Si scende su sentiero e sterrata irregolare con rocce mobili. Si raggiunge in breve Merag, nei pressi del quale ci si imbarca verso l'isola di Krk. Dopo circa mezz'ora si risale in sella su asfalto e si risale fino al primo paesino, in cui si prende la prima a dx e la sterrata tabellata come MTB7 e 9 che diventa a tratti sentiero e porta tra la vegetazione alla baia di Krk. Viste meravigliose sul mare e profumi di macchia mediterranea ci accompagnano fino alla periferia del paese, sosta e si riparte su ciclabile (finalmente) verso la spiaggia nei pressi di Punat. Altra sosta e si riparte su asfalto con direzione Vrbnik, posto sull'altro versante dell'isola a 15km. Si sale su asfalto fino al bivio, sx e saliscendi prima tra la solita macchia e poi tra i vigneti del prezioso Vrbnička žlahtina, per giungere in paese, una rocca con stretti vicoli, molto caratteristica, ma con alcuni ristoratori che se ne approfittano. Sosta e si riparte sulla via dell'andata fino a Krk.

GIORNO3   Krk - Opatija - 57km - Dislivello 1000m

Si parte dal centro di Krk e si risale su asfalto fino al bivio che a sx porta all'imbarco verso Cres, si imbocca la strada secondaria che porta tra saliscendi a Malinska. Sosta sulla spiaggia, anche se il panorama sul deposito petrolchimico non è il massimo. Si prosegue sulla costa fino a riprendere l'asfalto principale che porta ad attraversare il ponte di Krk, si prende la prima a sx per scendere alla triste Kraljevica, risalire su strade secondarie e ridiscendere a Bakarak, in cui si riprende la principale fino a Bakar, meno triste del previsto. Si risale su asfalto secondario e solo a tratti nel traffico intenso fino a Kostrena, per poi proseguire sempre su asfalto in saliscendi tra i paesi che in continuità sfiorano Rijeka, rimanendo il più possibile verso il mare ma su strade per nulla piacevoli e nemiche dei ciclisti, fino al punto di partenza. Tuttavia sono solo 14km di sofferenza. 







Nessun commento:

Posta un commento